Ordinanza del Tribunale di Trento sul licenziamento dopo la riforma mercato del lavoro (29.1.13)

Ordinanza del Tribunale di Trento del 29 gennaio 2013.

Il giudice del lavoro di Trento, in una controversia riguardante un licenziamento disciplinare, ha ordinato il reintegro del lavoratore perchè non sono ricorsi gli estremi della giusta causa per insussistenza del fatto contestato, ai sensi del nuovo articolo 18, co.4  dello Statuto dei lavoratori, così come disciplinato dall’art. 1, co. 42 della riforma del mercato del lavoro del 2012 (l. n. 92/12).

Nel caso di specie, a detta del giudice, “è mancata la prova della circostanza dell’avvenuta consegna al ricorrente della comunicazione di rigetto della richiesta di ferie […], sulla quale viene fondato l’addebito disciplinare posto a fondamento del licenziamento e costituito dall’assenza di cinque giorni per godere delle ferie la cui fruizione era stata espressamente negata”.

 

Parole chiave: ,